27 siti di immagini royalty free per uso commerciale

In questo articolo un elenco di ben 27 siti da cui recuperare immagini di grande qualità royalty free anche per uso commerciale.

Annunci

#JeSuisCharlie

[Ultimo aggionamento 03/02/2015]

Segnalo alcuni articoli di commento all’attacco terroristico alla redazione di Charlie Hebdo.

Innanzitutto le parole di Philip Pullman su libertà e censure:

Nessuno ha il diritto di vivere senza essere scioccato. Nessuno ha il diritto di passare la propria vita senza essere offeso. Nessuno è obbligato a leggere questo libro. Nessuno è costretto a prenderlo in mano. Nessuno è tenuto ad aprirlo. E se lo aprono e lo leggono, non sono tenuti a farselo piacere. E se lo leggete e non vi piace, non siete obbligati a tacere in proposito. Potete scrivermi, potete lamentarvi, potete scrivere all’editore, potete mandare lettere ai giornali, potete scrivere un vostro libro. Potete fare tutte queste cose, ma i vostri diritti si esauriscono lì. Nessuno ha il diritto di impedirmi di scrivere questo libro. Nessuno ha il diritto di impedire che sia pubblicato o venduto o comprato o letto. Non ho altro da dire in proposito.

Di Beppe Severgnini le proposte contro il fanatismo e sul valore dell’Europa.

L’articolo “Non in mio nome” di Igiaba Scego pubblicato su l’Internazionale su come il mondo islamico prenda le distanze dagli attacchi terroristici.

L’approfondita analisi di Luca Sofri sul Post.

La vignetta per la quale nessuno è stato ucciso pubblicata sul sito saritico Onion; tesi confermata dalla rivista dei gesuiti Etudes che ripubblica le vignette di Charlie sul Papa.

Aggiornamenti dal 12.01.2015

Chi si offende per la satira religiosa fa il gioco dei terroristi di Daniele Luttazzi o meglio Criticare la fede non è né provocare, né insultare: è fare appello alla razionalità

Salman Rushdie: ‘I Stand With Charlie Hebdo, as We All Must’ sul Wall Street Journal

Beppe Severgnini: “ogni generazione deve conquistarsi la sua pace” in La giovane Europa sarà capace di vincere questa battaglia

La libertà d’espressione è sempre a rischio di Quit the Doner

Il liberal razzismo all’italiana che difende l’informazione quando conviene di Giovanni Tizian

Dieci cose che ho letto, dopo Charlie Hebdo di Matteo Colombo che commenta 10 argomentazioni molto comuni sul tema

Il “doppio standard” dei fondamentalisti di Daniele Luttazzi


E chiaramente non potevano mancare delle vignette: